4 baffi in padella

ricette, recensioni e divagazioni in cucina

Risotto al radicchio rosso di Treviso

foto risotto al radicchio rosso di trevisoDato che ormai siamo vicini alla conclusione della stagione del radicchio di Treviso (solitamente le ultime varianti di questo prodotto vengono raccolte tra fine febbraio e inizio marzo) è venuto il momento di presentarvi la regina delle ricette con questa verdura: il risotto al radicchio rosso.
Per molti questo non è il momento migliore per il radicchio, secondo me invece in questo periodo gli ultimi radicchi hanno un qualcosa in più, un leggero sapore amarognolo eccellente, che riesce dare al piatto un qualcosa in più. Sempre se l’amarognolo piace.
Comunque per chiudere una segnalazione: da fine gennaio al 5 febbraio si svolgerà la Festa del Radicchio rosso di Treviso a Dosson, che poi è il luogo d’origine di questa varietà. Proprio qui infatti, secondo la tradizione, prese avvio la sua coltivazione nella seconda metà del XVI secolo a Dosson, frazione del Comune di Cassier, con una coltivazione in pieno campo, cui seguivano la raccolta e la preforzatura, con un imbianchimento forzato in ambienti tiepidi e ricchi di sostanze organiche. Ora il modo di coltivare il radicchio è cambiato e viene ‘imbiancato’ in acqua, in un ambiente che non permetta la fotosintesi, immergendo il fittone della pianta – in pieno inverno dopo la raccolta – in vasche d’acqua corrente per oltre due settimane, con l’obiettivo di ottenere un radicchio più croccante e delicato sul palato.

Tempo per mangiare: circa 1 ora
Grado di difficoltà: 2 baffi per farlo bene, 3 baffi per farlo speciale

Ingredienti per 4 persone:
400 g di riso carnaroli;
300 g di radicchio rosso di Treviso;
1 cipollotto;
sale;
pepe;
1 bicchiere di vino rosso.

Brodo:
1 cipolla;
1 costa di sedano;
2 carote.

Riempite d’acqua una pentola e metteteci la verdura al suo interno. Salate e accendete il fuoco a fiamma alta sino a portarla ad ebollizione, quindi abbassate la fiamma.
Prendete il radicchio, lavatelo bene e tagliatelo a pezzetti di circa 2 cm. Mettetelo in uno scolapasta e lasciatelo riposare per circa 5 minuti. Intanto affettate e tritate il cipollotto, mettetelo ad imbiondire in una pentola con un cucchiaio d’olio d’oliva e aggiungeteci il radicchio. Lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco vivace, mescolando continuamente, quindi aggiungeteci il bicchiere di vino rosso, consiglio Merlot, ma va bene qualsiasi altro purché sia di discreta qualità (un vino cattivo rovina il piatto). Abbassate il fuoco, salate e pepate, mettete il coperchio e lasciate ammorbidire il tutto per 10/15 minuti.
foto radicchio rosso di treviso
Passato questo lasso di tempo, alzate il fuoco, togliete il coperchio e lasciate evaporare il vino mescolando continuamente.
A questo punto la base del risotto è pronta e potete versare due mestolate di brodo e aggiungere il riso.
Il riso andrebbe mescolato continuamente per far rilasciare al chicco l’amido e rendere il risotto cremoso senza dover per forza mantecare. Quindi mescolate il più possibile.
P1020049
Continuate così per circa 20 minuti aggiungendo brodo quando serve e quando mancheranno 5 minuti aggiungeteci un cucchiaio di olio d’oliva.
Impiattate e mangiatene tutti. Buon appetito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Votami ogni giorno

4baffinpadella è anche qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: