4 baffi in padella

ricette, recensioni e divagazioni in cucina

Consigli per un ottimo risotto e miti da sfatare

consigli culinariI risotti sono una cosa seria e sono una cosa seria perché non sono dei primi piatti qualsiasi. I risotti sono una cosa seria perché hanno bisogno di continua attenzione, come dei bambini piccoli hanno bisogno di cura e pazienza. O almeno se avete intenzione di fare un risotto e non una somma tra riso e quel qualcos’altro che mettete nella pentola assieme al riso. Il risotto, infatti, deve avere un anima, deve essere un amalgama che mantiene al suo interno tutta la sua armonia.
Da ciò si deve partire per sfatare almeno due miti:
– Il brodo è solo una parte secondaria e di poco conto: ma neanche morto.
– La mantecatura è essenziale: no, per niente, a mio avviso è un trucco e quindi da evitare;
Partiamo dal brodo. Esso è un ingrediente a tutti gli effetti, quindi va fatto bene, come si deve, senza tralasciare niente. E per farlo bene e come si deve bisogna innanzitutto evitare di prendere quello in scatola e iniziare a farselo da soli. Ci vuole poco, molto poco (per la quasi totalità dei risotti serve il brodo vegetale).
Prendete una pentola, riempitela d’acqua e mettetela sul fuoco. Quando si sarà scaldata, ma ancora non giunta ad ebollizione gettateci dentro una carota, una costa di sedano, una cipolla sbucciata, una foglia di alloro e un pizzico di pepe, poi, una volta giunta ad ebollizione, salate facendo attenzione a non salarla troppo (se questo accade con un mestolo togliete un po’ di liquido e aggiungete acqua calda. In questo modo avrete un brodo saporito e adatto a dare sapore al risotto senza coprire il sapore di quest’ultimo.
Se volete un risotto cremoso, come è giusto che sia, non dovete per forza mantecare. Anzi, cercate di non mantecare per preservare il sapore originario del vostro piatto. L’utilizzo del burro o del formaggio, infatti, rende sì cremoso il risotto, ma ne altera, anche in modo deciso, il gusto.
Non prestatevi a trucchetti quindi, ma mescolate continuamente il vostro risotto, in modo da far rilasciare al riso più amido possibile: l’amido farà lo stesso lavoro della mantecatura, solo che il sapore del vostro piatto sarà salvo, voi sarete un po’ più stanchi in quanto avrete mescolato per oltre 20 minuti, quindi avrete più fame e mangerete con più gusto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il dicembre 24, 2012 da in divagazioni, trucchi e consigli culinari con tag , , , , .

Tweet di 4baffinpadella

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Votami ogni giorno

4baffinpadella è anche qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: