4 baffi in padella

ricette, recensioni e divagazioni in cucina

Tramezzini come Dio comanda

TramezziniVenire dal Veneto implica due cose almeno: la prima avere voglia ogni tanto, quando è inverno e tempo di cena, di camino e polenta, cosa difficile soprattutto se non c’hai il camino in casa (ah se ne cercate uno, un po’ di compagnia e del vino buono venite all’Angelo Mai che si mangia pure bene, fine della nota pubblicitaria auto pubblicizzata), e verso l’ora dell’aperitivo il desiderio di mangiarsi un tramezzino come dio comanda, magari con un bicchiere di spriss. Liscio. Ma dato che ogni posto in cui si vive ha le sue prerogativa culinarie e le sue specialità e soprattutto, il Veneto, per fortuna, sta in Veneto, ecco che ad ogni pre-pasto mi ritrovo nell’incresciosa situazione di non poter soddisfare le mie voglie e per un vizioso ciò è qualcosa di negativo. Anche perché a Roma i tramezzini, diciamocela chiaramente non li sanno fare.
Sebbene il tramezzino sia nato a Torino, più precisamente al Caffè Malussano di Piazza Castello, o così leggenda vuole, e sia stato chiamato tramezzino dal poeta D’Annunzio, sempre perché così leggenda vuole, i migliori tramezzini d’Italia li si mangiano in Veneto e specialmente in quella zona di asfalto, capannoni e laguna inquinata che congiunge Treviso a Venezia, come tra l’altro testimoniava il blogger Mr. Tramezzo, un milanese dai capelli da milanese che ahimè non fa più il blogger, nonostante nessuno ne senta la mancanza.
Comunque per ovviare a qualsiasi problema e per soddisfare le vostre voglie vi spiego ora come fare dei tramezzini ottimi senza dovervi recare in questa parte di Veneto.

Grado di difficoltà: facile ma solo facendo attenzione;
Tempo di preparazione: 10/15 minuti, ma dipende quanti ne volete fare;

Ingredienti:
pane da tramezzini (che non è dello stupido pan carrè al quale togliete la parte esterna; consiglio spuntinelle Morato);
1 mozzarella;
1 etto di prosciutto cotto;
1 radicchio rosso Spadone (ancora meglio se trovate il radicchio di Treviso);
1 etto di gorgonzola
3 noci;
maionese;

Per prima cosa bagnate due panni da cucina e metteteli da parte. Serviranno dopo.
Adesso passiamo alle pratiche di preparazione.
Primo preambolo: le confezioni di pane da tramezzini solitamente sono composte da 5 fette, quindi, dato che per fare i tramezzini servono due fette sovrapposte, o la quinta la dividete a metà e la sovrapponete oppure ne comprate due e vi fate una doppia dose che tanto qualche giorno durano.
pane da tramezzini
Secondo preambolo: la ricetta che qui posto spiega come preparare il tramezzino mozzarella e prosciutto e quello radicchio, gorgonzola e noci, ovvero il più classico dei tramezzini e quello che mi piace di più. Se avete altri gusti sbizzarritevi.
Tramezzino mozzarella e prosciutto.
Prendete una fetta e spalmateci un po’ di maionese in modo uniforme e soprattutto senza esagerare perché altrimenti poi tutto sa solamente di maionese e ciò è da evitare.
2012-12-07 11.14.09
Tagliate in un tagliere la mozzarella a fette fini e adagiatele sulla fetta sulla quale non avete spalmato la maionese sino a ricoprirla tutta. A questo punto coprite la mozzarella con il prosciutto e poneteci sopra la fetta spalmata di maionese.
2012-12-07 11.25.40
Tagliate ciò che avete davanti a metà e poi in diagonale creando così quattro triangoli isosceli. A questo punto copriteli con il panno bagnato per almeno un’ora. Se volete potete inserirvi anche due o tre foglie di lattuga, ma solo se gradite. Poi mangiate.
Tramezzino radicchio, gorgonzola e noci.
Spalmate la maionese su di una fetta come avete fatto prima. Sull’altra spalmateci in modo grossolano il gorgonzola. In un tagliere tagliate a listarelle sottili il radicchio e disponetelo sopra il gorgonzola. Schiacciate le noci, prendete l’interno avendo cura di togliere la parte legnosa.
2012-12-07 11.18.12
Infine coprite il tutto con la fetta sulla quale avete spalmato la maionese. Tagliate il tutto nello stesso modo precedentemente descritto, avvolgeteli in un panno bagnato per almeno un’ora e poi mangiate.
Buon appetito.

Annunci

9 commenti su “Tramezzini come Dio comanda

  1. icittadiniprimaditutto
    dicembre 7, 2012
  2. quartopianosenzascensore
    dicembre 7, 2012

    Bell’articolo 4baffi, bell’articolo… Piacere di conoscerti

  3. 4baffinpadella
    dicembre 8, 2012

    Piacere tutto mio

  4. irisilvi
    dicembre 10, 2012

    Da veneta non posso che apprezzare questo post… veramente da noi si mangiano i migliori tramezzi? il miglior spritz di sicuro !
    E che di dire dei baccari a Venezia? Un giro di spuncioti e spritz non si nega nemmeno ad un condannato a morte ! Cin cin !

    • 4baffinpadella
      dicembre 11, 2012

      Da amante dello spriss e quindi di tutto ciò che va a fare fondo alcolico ti posso assicurare che è così…è una delle cose buone che c’abbiamo

  5. Massimo
    febbraio 21, 2013

    Magari Dio va scritto maiuscolo.

  6. Cristiana
    aprile 26, 2013

    Beh allora venite a provare i nostri tramezzini Veneti “al Tramezzo” in via degli orsini 26 a Roma. Vi stupiremo!
    Sono fantastici

  7. Tonja
    luglio 19, 2013

    Please reply. Is accounting the same in the workplace as in the classroom.
    I’m an accounting major but I am really struggling..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Votami ogni giorno

4baffinpadella è anche qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: